MASE: pubblicato Decreto CER

Il Ministero dell’ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) ha pubblicato il Decreto CER, entrato in vigore il 24 gennaio 2024 con l’obbiettivo di stimolare lo sviluppo e la crescita delle Comunità Energetiche Rinnovabili sul territorio Italiano.

INCENTIVI ALLE COMUNITA’ ENERGETICHE

Per agevolare lo sviluppo delle CER sul nostro territorio ,il decreto individua due strade :

  • una tariffa incentivante ventennale sull’energia rinnovabile prodotta e condivisa, valida per tutto il territorio nazionale. La tariffa incentivante – costituita da una parte fissa ed una variabile –  è riconosciuta dal GSE per un periodo di per 20 anni a partire dalla data di entrata in esercizio di ciascun impianto FER. Il valore cambia in funzione della taglia dell’impianto e del prezzo di mercato dell’energia. All’incentivo si aggiunge il corrispettivo di valorizzazione ARERA già in vigore.
  • un contributo a fondo perduto fino al 40% dei costi ammissibili, finanziato con 2,2 miliardi di euro dal PNRR, destinato alle CER nei comuni che contano al massimo 5.000 abitanti che supporterà lo sviluppo di due gigawatt complessivi.

COSA SONO LE CER?

Le Comunità Energetiche Rinnovabile sono comunità realizzate da gruppi di persone (cittadini, piccole e medie imprese, enti territoriali , le amministrazioni comunali, le cooperative, gli enti di ricerca, gli enti religiosi, quelli del terzo settore e di protezione ambientale), che scelgono di autoprodurre energia elettrica da fonti rinnovabili, con i conseguenti benefici ambientali, economici e sociali ricadenti sui membri della comunità.

COME ACCEDERE ALL’INCENTIVO?

Entro 30 giorni verranno pubblicate dal MASE, con verifica da parte dell’ARERA e su proposta del GSE, le regole operative per disciplinare il riconoscimento degli incentivi alle CER e all’autoconsumo diffuso. Una campagna informativa è già disponibile online, con alcune domande frequenti (FAQ) per orientare cittadini, piccole e medie imprese, enti, cooperative e altri interessati al provvedimento.

Il GSE (www.gse.it), in qualità di soggetto gestore, aprirà i portali entro 45 giorni dall’approvazione delle regole, attraverso i quali sarà possibile presentare le richieste.

Prossimamente, sarà attivo sul sito del GSE un simulatore per valutare l’impatto energetico ed economico delle iniziative. Nel frattempo, è già possibile consultare una mappa interattiva delle cabine primarie in tutto il territorio nazionale.

Esco Solution è attiva da tempo in questo ambito e sta lavorando con alcuni clienti alla definizione della miglior configurazione di CER in attesa dell’apertura dei portali per la presentazione delle richieste.